Trasparenza

Amministrazione Trasparente

IUC

 

ANUTEL

Fatturazione

Fatturazione Elettronica

Modulistica

modulistica

Delibere e Determine

delibere

 

Contatti mail

pec

Area riservata

area riservata

SUAP

 

suap

La Bussola

Dissesto Finanziario

DISSESTO

RSS di - ANSA.it

Galleria Fotografica

galleria

Titolo

cliclavoro

 

WebGis

 

webgis

 

Benvenuti nel sito istituzionale del

Comune di Cerisano

 

 

palazzo sersale

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

albo pretorio

MESSAGGI DEL SINDACO

Lettera ai cittadini

Concittadine e Concittadini,

sgomberando le polemiche pelose poste in essere dalle opposizioni, tese probabilmente a spostare l’attenzione dai problemi veri, si rende necessario, in qualità di amministratore, spiegare cos’è e cosa significa il Piano di Riequilibrio Pluriennale che è stato approvato con i voti della sola maggioranza nella seduta consiliare del 29 gennaio us.

L’opposizione, come al solito, nascondendosi dietro pretestuosi formalismi non ha partecipato ai lavori del consiglio abbandonando l’aula, e anche qui, si rende necessario chiarire che i documenti erano a loro disposizione per come prevede la Legge e i Regolamenti Comunali.

Si rende opportuno, sul punto approvato dal consiglio, fare un breve escursus dei fatti:

nel mese di maggio 2011 si è insediata la giunta da me guidata, da subito si è manifestata la difficoltà finanziaria dell’ente, dovuta, prevalentemente, dalla drastica riduzione di trasferimenti statali e dalle numerose richieste di pagamenti di fornitori vari che vantavano crediti dall’ente da circa un decennio.

Grazie al D.L. 35/2013 si è riusciti a sanare buona parte di pagamenti ai fornitori vari partendo dai primi anni 2000 per un importo di Euro 1.200.000,00.

È emerso nel corso del primo semestre del 2013, con una serie di notifiche da parte di Equitalia e atti giudiziari, un debito pregresso riferito a vecchie cause e pagamenti trascinati e non gestito per l’importo di Euro 1.630.605,00.

A questo punto il sottoscritto ha iniziato una serie d’incontri con i responsabili di settore dell’ente ad effettuare una verifica puntuale dei conti.

Dalla stessa si è palesato un quadro finanziario disastroso, è emerso che la pratica amministrativa corrente da sempre si caratterizzava di spesa senza copertura finanziaria in bilancio, il ricorso continuo ad anticipazione di cassa, la scarsa capacità di riscuotere i tributi, specie quelli riferiti agli anni precedenti, tutto ciò fa emergere chiaramente una situazione strutturalmente deficitaria che ha come sbocco l’utilizzo del “Piano Di Riequilibrio Finanziario Pluriennale comma 5 Art. 243 bis D.L. 267/2000” meglio nota  come “Legge Salva Comuni”, vale a dire che con tale Legge viene concesso ai comuni di adottare una procedura  di riequilibrio pluriennale, con la possibilità di accedere ad un fondo di rotazione che anticipa agli enti le somme per contribuire a pagare i debiti.

Il Comune da me rappresentato il 30 novembre 2013 aderisce, con Deliberato di Consiglio, alla procedura di Riequilibrio Pluriennale.

Dalla delibera di adesione al fondo il Comune aveva sessanta giorni di tempo per predisporre il piano di rientro.

Dall’1 dicembre 2013 sono iniziati i lavori di ricognizione analitica della massa di debiti, che ha richiesto sforzi notevoli per ricostruire i fatti avvenuti nell’ultimo decennio, e definire voce per voce l’entità dei debiti, e impostare le previsioni di bilancio per i prossimi anni.

Gli atti sono stati trasmessi alla Corte dei Conti e al Ministero degli Interni per le verifiche di Legge.

Mi corre l’obbligo di ringraziare pubblicamente, il Segretario Comunale, il Revisore dei Conti, i Dirigenti, i  Dipendenti, i Lavoratori LSU/LPU impegnati nell’area finanziaria, e i Consiglieri Comunali di maggioranza, per l’impegno profuso e per aver sostenuto con convinzione questa scelta importante, mostrando fattivamente l’amore che hanno per il nostro paese.

Concittadine e Concittadini,

posso affermare senza tema di smentita di aver fatto tutto il possibile per evitare il dissesto finanziario, e liberare la comunità da questa pesante eredità.

I Cittadini, che vorranno, potranno visionare gli atti presso gli Uffici Comunali.

 

 Saluti.

 

                                                                                                                                                                                                                            Il Sindaco

                                                                                                                                                                                                                   Salvatore Mancina

indietro

News del Comune di Cerisano

Lettera ai cittadini

Concittadine e Concittadini,

sgomberando le polemiche pelose poste in essere dalle opposizioni, tese probabilmente a spostare l’attenzione dai problemi veri, si rende necessario, in qualità di amministratore, spiegare cos’è e cosa significa il Piano di Riequilibrio Pluriennale che è stato approvato con i voti della sola maggioranza nella seduta consiliare del 29 gennaio us.

L’opposizione, come al solito, nascondendosi dietro pretestuosi formalismi non ha partecipato ai lavori del consiglio abbandonando l’aula, e anche qui, si rende necessario chiarire che i documenti erano a loro disposizione per come prevede la Legge e i Regolamenti Comunali.

Si rende opportuno, sul punto approvato dal consiglio, fare un breve escursus dei fatti:

nel mese di maggio 2011 si è insediata la giunta da me guidata, da subito si è manifestata la difficoltà finanziaria dell’ente, dovuta, prevalentemente, dalla drastica riduzione di trasferimenti statali e dalle numerose richieste di pagamenti di fornitori vari che vantavano crediti dall’ente da circa un decennio.

Grazie al D.L. 35/2013 si è riusciti a sanare buona parte di pagamenti ai fornitori vari partendo dai primi anni 2000 per un importo di Euro 1.200.000,00.

È emerso nel corso del primo semestre del 2013, con una serie di notifiche da parte di Equitalia e atti giudiziari, un debito pregresso riferito a vecchie cause e pagamenti trascinati e non gestito per l’importo di Euro 1.630.605,00.

A questo punto il sottoscritto ha iniziato una serie d’incontri con i responsabili di settore dell’ente ad effettuare una verifica puntuale dei conti.

Dalla stessa si è palesato un quadro finanziario disastroso, è emerso che la pratica amministrativa corrente da sempre si caratterizzava di spesa senza copertura finanziaria in bilancio, il ricorso continuo ad anticipazione di cassa, la scarsa capacità di riscuotere i tributi, specie quelli riferiti agli anni precedenti, tutto ciò fa emergere chiaramente una situazione strutturalmente deficitaria che ha come sbocco l’utilizzo del “Piano Di Riequilibrio Finanziario Pluriennale comma 5 Art. 243 bis D.L. 267/2000” meglio nota  come “Legge Salva Comuni”, vale a dire che con tale Legge viene concesso ai comuni di adottare una procedura  di riequilibrio pluriennale, con la possibilità di accedere ad un fondo di rotazione che anticipa agli enti le somme per contribuire a pagare i debiti.

Il Comune da me rappresentato il 30 novembre 2013 aderisce, con Deliberato di Consiglio, alla procedura di Riequilibrio Pluriennale.

Dalla delibera di adesione al fondo il Comune aveva sessanta giorni di tempo per predisporre il piano di rientro.

Dall’1 dicembre 2013 sono iniziati i lavori di ricognizione analitica della massa di debiti, che ha richiesto sforzi notevoli per ricostruire i fatti avvenuti nell’ultimo decennio, e definire voce per voce l’entità dei debiti, e impostare le previsioni di bilancio per i prossimi anni.

Gli atti sono stati trasmessi alla Corte dei Conti e al Ministero degli Interni per le verifiche di Legge.

Mi corre l’obbligo di ringraziare pubblicamente, il Segretario Comunale, il Revisore dei Conti, i Dirigenti, i  Dipendenti, i Lavoratori LSU/LPU impegnati nell’area finanziaria, e i Consiglieri Comunali di maggioranza, per l’impegno profuso e per aver sostenuto con convinzione questa scelta importante, mostrando fattivamente l’amore che hanno per il nostro paese.

Concittadine e Concittadini,

posso affermare senza tema di smentita di aver fatto tutto il possibile per evitare il dissesto finanziario, e liberare la comunità da questa pesante eredità.

I Cittadini, che vorranno, potranno visionare gli atti presso gli Uffici Comunali.

 

 Saluti.

 

                                                                                                                                                                                                                            Il Sindaco

                                                                                                                                                                                                                   Salvatore Mancina

indietro

Comune di Cerisano - Via S. Pietro 1  - 87044 Cerisano (Cs) - Tel. 0984473005/473289 - Fax 0984474746 - P.IVA 01109380780
 

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.156 secondi
Powered by Simplit CMS